Archivio mensile:febbraio 2012

Focaccia all’olio

Standard

500 gr di farina
250 ml di acqua
sale a piacere
2 cucchiaini da te di lievito
un po’ di zucchero
olio
Prepari l’impasto e lo metti subito a dimora nella teglia, lo fai lievitare per 2 ore, poi fai i buchi con le dita, annaffi d’olio, qualche granello di sale grosso e vaiiiiiiiiiiiiiiii in forno fino a che non la vedi colorita al punto giusto, come per la pizza la temperatura deve essere alta

Annunci

La ricetta della pizza ebraica dolce del Ghetto di Roma

Standard

Vi proponiamo la ricetta della pizza ebraica, una pizza specialissima visto che si tratta di un dolce. In pratica è una torta servita a pezzi molto ricca di frutta secca e candita, soprattutto di ciliegie dal vivo colore rosso, piuttosto consistente e denso visto che non si usa nessun tipo di lievito per prepararla; ma essendo anche senza burro e senza uova è alla fine un dolce leggero e adatto agli allergici e intolleranti a questi cibi.

Ingredienti per la pizza ebraica (dosi per 8/10 persone)
1/2 kg. di farina
1/4 kg. di zucchero
2 etti di ciliege candite
2 etti di uvetta
2 etti di gherigli di noce
1 etto e mezzo di mandorle sgusciate
1 etto di pinoli
1 etto di frutta candita mista tagliata a dadini
2 dl. di olio d’oliva dal gusto molto delicato oppure di olio di girasole o di mais
vino bianco liquoroso (per esempio vin santo) q.b.

Preparazione
Fate intiepidire l’olio.
Versate lo zucchero, la farina e l’olio in una capace ciotola, ed iniziate ad impastare il tutto con le mani.
Aggiungete la frutta candita e la frutta secca all’impasto. Poi continuate a lavorare unendo il vino dolce, fino ad ottenere una pasta morbida un po’ come quella della pizza (la dose del vino dipende dal tipo di farina usata ma ce ne vorrà almeno un bel bicchiere).
Ungete una teglia e stendeteci sopra l’impasto (deve essere abbastanza sottile).
Con un coltello tracciate la suddivisione in porzioni.
Cuocete questa speciale pizza nel forno caldo a 180 gradi per 40/45 minuti (alla fine la pizza dovrà essere mediamente abbronzata). Fatela raffreddare su una gratella, poi spezzatela seguendo i tagli. Gustate questa specialissima pizza dolce a merenda.

Questo dolce dalle origini particolari ha le rilevanti proprietà di essere un dolce senza uova, un dolce senza lievito e un dolce senza burro.

Bavette al Pesto con Patate e Acciughe

Standard

rubo questa ricetta da questo blog

Ingredienti per 4 persone:

350 g di bevette
80 g di pesto alla genovese pronto
250 g di patate
50 g di filetti d’acciuga sott’olio
1 cucchiaio di olio d’oliva
3 cucchiai di sale grosso
1 spolverata di pepe piccante

Preparazione:
Lavate e sbucciate le patate, tagliatele a cubetti di mezzo centimetro. Portate ad ebollizione tre litri di acqua in una pentola e salate. Versatevi i cubetti di patata, fate riprendere il bollore. Unite le bavette, cuocete per otto minuti.
Scaldate il pesto in un pentolino a fuoco basso per circa 30 secondi. Scolate i filetti d’acciuga dall’olio, spezzettateli con una forchetta, aggiungeteli nel pentolino. Cuocete ancora per trenta secondi mescolando, pepate il tutto.
Scolate le

Crostata di ricotta e visciole

Standard

La tradizione ebraica capitolina ci ha regalato questa buonissima crostata che a Roma si può trovare nelle pasticcerie del ghetto

Ingredienti

per la frolla:
2 uova
6 cucchiai di zucchero (ma se ne puo’ usare meno, viene troppo dolce)
100 gr di burro
1/2 bustina di lievito (??? io non l’ho messo)
farina quanto basta

Ripieno:
Marmellata di visciole ( o ciliegie normali)
500 gr di ricotta romana di pecora (assicurati che sia bella asciutta)
200 gr di zucchero (anche 100 gr sono sufficienti)
1 uovo
2 cucchiai di rum (anche senza)

Preparare la frolla con gli ingredienti sopraelencati (questa ricetta della frolla è quella che utilizzo sempre per le mie crostate, provata e riprovata diverse volte, non ha bisogno di riposo, può subito essere stesa), aggiungere farina finchè non si forma una bella palla liscia e metterla da parte.

Mescolare la ricotta, l’uovo, il rhum e lo zucchero per fare la crema che deve risultare bella liscia ( a me e’ venuta abbastanza liquida).

Iniziare ora a comporre la crostata
porre la frolla in una teglia facendo i bordi belli alti e lasciando da parte un po’ di pasta per le strisce della decorazione (quella che ho utilizzato io è una teglia rettangolare).

Mettere sulla frolla la marmellata di Visciole, poi sopra stendere bene la crema di ricotta.
Decorare poi con le strisce di pasta tagliate con la rotellina dentellata, infornare per circa 1 ora a 180°.
Eccola cotta, quando uscirà dal forno si abbassera poco al centro, è normale.

Good muffins!

Standard

Ingredients

1 3/4 cups all-purpose flour
1/2 cup sugar
1 tablespoon baking powder
1/2 teaspoon salt
2 eggs
2/3 cup milk
1/3 cup butter or margarine, melted
1 teaspoon grated lemon peel
1/2 cup raspberry or strawberry jam

In a large bowl, combine flour, sugar, baking powder and salt. In a small bowl, lightly beat eggs; add milk, butter and lemon peel. Pour into dry ingredients and stir just until moistened. Spoon half of the batter into 12 greased or paper-lined muffin cups. Make a well in the center of each; add jam. Spoon remaining batter over jam. Bake at 400 degrees F for 20-25 minutes or until golden.